A piedi per i Santuari del Lago di Garda

1- copertina del libro.jpg

“A piedi per i Santuari del Lago di Garda” di Loredana Francinelli e Giovanna Coco, edito da Raffaele Monti di Cesena, è la prima guida e per ora l’unica che propone il giro completo del lago.

 

É stata pubblicata nel giugno del 2016, nel 2017 è uscita la seconda edizione riveduta ed ampliata, nel 2020 la terza. Essa è dotata di cartine dettagliate per ogni tappa, di grafici altimetrici e chilometrici, di informazioni utili per l’ospitalità oltre che di un ampio corredo di notizie storico-artistiche su tutte le località attraversate.

L’itinerario, in dodici tappe, pur toccando i santuari o i conventi centri di spiritualità che costellano il lago, è per tutti. Chi non è interessato all’aspetto religioso, troverà nella bellezza del paesaggio e delle opere dell’uomo fonte di arricchimento interiore.

Il giro non presenta particolari difficoltà, tutti possono farlo. Per la presenza di saliscendi o per la lunghezza o tratti impervi, abbiamo classificato le tappe in facili, di media difficoltà o impegnative. Queste ultime sono tre, due di esse nel passaggio dalla Provincia di Brescia a quella di Trento e dalla provincia di Trento a quella di Verona, in ambedue si superano i mille metri di altitudine.

Buona parte dell’itinerario si snoda a mezzacosta, sola una tappa corre in riva al lago, un’altra penetra nell’entroterra della Provincia di Verona per condurre al Santuario della Madonna della Corona, incastonato nella roccia alta più di settecento metri, certamente il più suggestivo, l’ultima attraversa la campagna coltivata.

I sentieri si inoltrano tra uliveti, vigneti, campi coltivati e boschi, tra piccoli e grandi borghi ben conservati e di grande bellezza, tra santuari, monasteri e pievi romaniche, eremi dai quali si godono spesso panorami mozzafiato.

Il lago orienta il cammino, anzi è il protagonista, il compagno ideale di chi cammina.